La Danimarca

Racconti e Articoli di Viaggio

Resoconto e racconto di un viaggio in camper in Danimarca dall’isola Lolland verso Copenhagen, attraversando lo Jutland, il mondo di Andersen, Alborg, Arhus il ponte Federica... di Maria Rapisardi - Inviato il 04 maggio 2004 da Maria Rapisardi.

La Danimarca

Nel Regno più antico dell’Europa le favole non sono favole, ma una realtà quotidiana. Disseminata di antichi Castelli, di prati fioriti gialli (i fiori della senape) e rossi (i papaveri), autostrade semi-deserte, parchi curatissimi, questa è la Danimarca. Tra una cittadina e l’altra, dappertutto domina il verde della campagna piatta punteggiata di piccole e graziose villette dipinte a colori vivaci, contornate da alberi secolari e giardini coloratissimi. Pur essendo tanti i turisti che visitano ogni anno la Danimarca, tutto ciò che vedete e vivete è stato creato affinché i danesi possano viverlo in prima persona.

http://www.viaggiatorionline.com/Public/29-02-2004-ID__1Copenhagen%20trade-mark.jpg

Persone sorridenti, briose e spontanee, amano la loro terra e la trattano con molto rispetto, i danesi… Ovunque siete i benvenuti. Ovunque troverete disponibilità, ma attenzione: dovrete adeguarvi al loro grande rispetto verso la natura ed imparerete ad apprezzarne la sorridente ospitalità.

Per raggiungere i Paesi Scandinavi abbiamo sempre usato la roulotte e poi il Camper. E’ il modo migliore, e il più economico visto l’alto costo di Alberghi e Ristoranti. Certo la strada è lunga, ma in tutta la Danimarca vi sono innumerevoli campeggi, (più di 500) con prezzi più che abbordabili. Molti sono piccoli, ma tutti sono pulitissimi e mettono a disposizione - oltre ai soliti servizi - pure infrastrutture con fornelli, lavatoi e tavoli dove poter consumare i pasti. Soluzione ideale e necessaria ( specialmente per chi viaggia in tenda) visto che il tempo cambia repentinamente e da un sole caldo si può, in pochi minuti passare ad una pioggia scrosciante e tutt’altro che gradevole. Chi usa fornelli, tavoli e lavelli, li deve lasciare assolutamente puliti così come li ha trovati. E’ da queste regole basilari che inizia il rispetto sia verso il prossimo e l’ambiente quindi anche verso se stessi.

Durante un nostro girovagare, una volta, salendo dalla Germania invece di traghettare da Puttgarden per sbarcare a Roedby sull’isola Lolland e proseguire poi per Kopenhagen, salimmo via terra attraversando il confine a Flensburg per raggiungere la penisola dello Jutland. Andavamo alla scoperta delle radici del fiabesco mondo di Andersen. Salimmo verso il Nord dello Jutland attraversando una pianura lussureggiante e variopinta, su, su verso Alborg, graziosa cittadina dove si trovano vecchie case in legno perfettamente restaurate. Ad Alborg si trova pure la più antica necropoli del Nord . Risale al tempo dei Vichinghi intorno all’anno 1000 d.C..



A piccole tapp,e visitando i tanti castelli e residenze patrizie, dirigemmo verso Arhus. Anche qui si trova il vecchio quartiere con innumerevoli case antiche dove viveva la borghesia del 17/18° secolo con relative botteghe d’artigiani ancora oggi attive. Le vie sono poco frequentate, il traffico automobilistico quasi inesistente, le persone cordiali.

Continuando verso il Sud della penisola attraversammo il ponte Federica sul breve braccio di mare che la divide dall’isola di Fyn. Una parola in più va spesa per i castelli,(in danese detti slot) che sono, come ho detto, innumerevoli. Non sono difesi da mura difensive, al massimo da fossati, e si inseriscono con naturalezza nell’ampio e verde contesto dei loro parchi. Quasi tutti sono ancora abitati dai loro proprietari che, per poter far fronte alle ingenti spese di manutenzione, li aprono ai visitatori in determinate ore del giorno. I danesi pagano volentieri un ingresso perché sanno che ciò servirà a mantenere integro nel tempo il loro patrimonio storico e culturale. Peccato non sia possibile visitarli tutti, ne varrebbe la pena. continua "La Danimarca" (Pubblicato il 04 maggio 2004) - Letture Totali 191 volte - Torna indietro

1 Commenti - Voti : 1 Media :   Commenti Leggi i commenti...

Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Danimarca: tutti gli articoli/racconti Danimarca: tutti gli articoli/racconti
L'artico d'inverno: Kangerlussuaq e la magia dell'aurora boreale L'artico d'inverno: Kangerlussuaq e la magia dell'aurora boreale. La Groenlandia d'inverno, tra ghiacci e aurore boreali, di Adriano Socchi...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi L'artico d'inverno: Kangerlussuaq e la magia dell'aurora boreale su Twitter
Deserto bianco Deserto bianco. Racconto di viaggio tra le particolarità della Groenlandia, a cura di Francesca Chiolerio...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Deserto bianco su Twitter
Viaggio in Danimarca Viaggio in Danimarca. Resoconto e racconto di viaggio in Danimarca, di Pietro Tartamella...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Viaggio in Danimarca su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella