Home Destinazioni Destinazioni SudAmerica SudAmerica Bolivia Bolivia Bolivia: Sud Lipez: l'avventura esiste ancora Sud Lipez: l'avventura esiste ancora

Sud Lipez: l'avventura esiste ancora

Racconti e Articoli di Viaggio

Racconto di un itinerario particolare della Bolivia, il Sud Lipez, di Adriano Socchi - Inviato il 13 gennaio 2004 da Adriano Socchi.

Sud Lipez: l'avventura esiste ancora

Sito o fonte Web: www.adrimavi.com Abbagliati dal bianco ottenebrante del salar appena superato, attraversiamo ora un territorio completamente grigio, la cui superficie è cosparsa di microscopici cristalli. La sensazione è quella di essere avvolti da un enorme manto argentato il quale, man mano che ci addentriamo, lascia spazio agli stupefacenti colori delle montagne della catena andina. Sarà forse per il bianco accecante ancora impresso nei nostri occhi, ma qui, tra questi monti, ci circondano rossi, bruni, verdi, gialli, marroni, viola e neri colori.



Montagne alla nostra destra e alla nostra sinistra, i ricordi di bellissimi paesaggi alle spalle e davanti l’ignoto orizzonte con ancora tanti luoghi da scoprire: siamo nel bel mezzo delle Ande, nel Sud Lipez, una delle zone più inospitali della terra. La densità di popolazione è di soli 0,5 abitanti per chilometro quadrato, le condizioni atmosferiche ai limiti della resistenza umana. Si è costantemente sopra i 4.000 metri d’altitudine. Come sempre succede, la bellezza dei luoghi non corrisponde a climi con condizioni favorevoli all’uomo e quando arriviamo al villaggio di San Juan, nel tardo pomeriggio, non appena lo si vede materializzarsi viene spontaneo chiederci: "Cosa ci fa’ un villaggio a queste altitudini, nel bel mezzo di queste impervie lande?..." Eppure c’è ed esiste.



"Solamente per ospitarci" si direbbe, e infatti, passeremo la notte presso una famiglia. Scarichiamo i bagagli dal fuoristrada, senza neppure presentarci. "Ci sarà tempo più tardi" ci rassicura Ibert, esortandoci a far presto. Così ripartiamo immediatamente per andare a visitare, prima che scenda la notte, alcune tombe precolombiane recentemente scoperte da una troupe archeologica francese. Ibert è tutto il giorno che ce ne parla. La nostra guida, nel difficile tour boliviano del Sud Lipez, si rivelerà, oltreché bravissima, un vero compagno di viaggio. Ha insistito affinché venissimo a vedere queste benedette tombe … e non si sbagliava. Sul posto, a prima vista i cumuli funebri di pietra non lasciano supporre gran che d’eccezionale, ma basta varcarne l’ingresso per cambiare opinione. Si prova la sensazione di scoprire un tesoro, come di violare e profanare un luogo sacro. All’interno oltre allo scheletro del defunto, ancora con gli abiti indosso, si trovano suppellettili e manufatti in un caotico ed esaltante disordine. Ibert intuisce il nostro stupore. E' soddisfatto di non averci deluso.



Al ritorno, pur nella penombra della sera restiamo colpiti dal territorio circostante il villaggio. La vita in questo luogo sperduto deve essere durissima. Solo una robusta graminacea quale la quìnua (una sorta di granoturco) può essere coltivata. Per cena, neanche a dirlo, quìnua riscaldata con carne tritata e formaggio. I pareri del gruppo, in proposito, sono assai discordanti, c’è chi la trova ottima e chi no. Prima di coricarci discutiamo seduti intorno al tavolo con il capo famiglia, Fernando, un uomo a cui davamo 60 anni che, invece, ne ha soltanto 35. La sensazione avuta in precedenza non era sbagliata. La vita, per questi indios, è dura. In particolare ci colpisce il discorso relativo all’alto tasso di mortalità infantile. I parti avvengono in casa, senza alcuna assistenza medica, e i bambini possono morire per una semplice febbre tanto è vero che nel villaggio c’è un cimitero esclusivamente di bambini. Fernando ci promette di portarci l’indomani. continua "Sud Lipez: l'avventura esiste ancora" (Pubblicato il 13 gennaio 2004) - Letture Totali 92 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Bolivia: tutti gli articoli/racconti Bolivia: tutti gli articoli/racconti
Vivere bene la Bolivia Vivere bene la Bolivia. Consigli sparsi di viaggio per la Bolivia, da come affrontare il Soroche a dove e cosa man...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Vivere bene la Bolivia su Twitter
La città col nome più bello del mondo! La città col nome più bello del mondo!. Un itinerario in Bolivia, di Caterina Morina per www.viaggiscoop.it...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi La città col nome più bello del mondo! su Twitter
Bolivia a tutta birra Bolivia a tutta birra. Reportage di viaggio scritto a caldo attraverso la provincia di Tarija in Bolivia, marzo 2...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Bolivia a tutta birra su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella