Los Roques 1998

Racconti e Articoli di Viaggio

Breve racconto di un soggiorno alle Los Roques, isole coralline al largo del Venezuela, di Rino Liberatoscioli ( galdogald@hotmail.com )

Los Roques  1998

Non è facile descrivere quel mare e quelle isole. proverò a raccontare le sensazioni e le esperienze che vi abbiamo vissuto. Soprattutto voglio comunicare come le si possono vivere in immersione completa nella loro natura, giocando a fare i "Robinson Rrusoe", lasciandosi prendere solo dalla natura, dal mare... Probabilmente qualsiasi altro luogo marino che avrò la fortuna di frequentare in futuro non riuscirà a sopraffare per intensità e bellezza e completezza quello che ci hanno dato queste isole. Le Los Roques sono una manciata di affioramenti corallini nell'arcipelago Caraibico, si trovano al largo della costa venezuelana. abbastanza recentemente sono diventate parco marino e per questo motivo vi è vietata la pesca professionistica. Le isole sono disabitate o poco abitate, e l'unico svantaggio è la mancanza di acqua dolce, carenza ormai ridotta al minimo in quanto l'acqua vi arriva direttamente dal continente anche se è tuttora razionata.

In una radiosa giornata di sole arrivammo a Grand Roque, che è l'isola sicuramente più ampia dove si atterra dopo un volo di quaranta minuti da Caracas e dove i visitatori prendono abitualmente dimora. Non è un'isola grande ma la ricettività è buona. Vi arrivammo al tramonto inoltrato, poco fu il tempo per familiarizzare con il mare, qui la notte è veramente buia, e ci accontentammo di un breve giro nel pueblo rimandando alla mattina la conoscenza del mare. L'aspetto simpatico del piccolo pueblo con le case dai colori pastello dominato dalla vecchia torre di avvistamento olandese è soltanto il punto di partenza di una vacanza davvero indimenticabile. Intanto sostammo in una coloratissima posada, vecchia casa di pescatori ristrutturata.

Il piccolo porticciolo di Grand Roque la mattina presto brulicava di turisti che con impazienza aspettavano di essere trasportati sulle isolette circostanti. Scegliemmo Cayo de Agua a circa una ora dalla isola più grande. Dopo essere stati scortati da almeno una cinquantina di delfini, sbarcammo su una spiaggia bianchissima. Il cielo si fondeva con il mare in un acquerello blu. Il profumo del mare ci avvolgeva completamente.

Dopo un'attenta perlustrazione ci accorgemmo con immenso piacere di essere i soli visitatori di quello splendido atollo. Il solo camminare ai bordi del bagnasciuga si rilevava un'esperienza ogni volta indimenticabile. L'unico movimento o tramestio era dato dai versi dei pellicani, dai loro tonfi quando si tuffavano nell'acqua in caccia di pesci.

Fare lunghe camminate sulla sabbia lungo la riva divenne, più che un richiamo, una necessità fisica. Cercavamo di vivere interiormente le sensazioni che ricevevamo, di fissare nella mente quelle visioni e quei luoghi come per assumerne fette sempre più grandi. E fu così tutti i giorni. Ogni giorno un'isola diversa e ogni giorno sensazioni diverse. Madrizqui, Francisquises, Dos Mosquises, Norosqui in compagnia del fedelissimo perro Rocky, e del vuelo libre degli uccelli. Per una settomana e poi per due a causa di uno spiacevole (spiacevole?) furto di denaro. La vita su Grand Roque era semplice. C'era una piccola discoteca, e una pizzeria, ma gli preferimmo sempre le feste di ogni sera su una specie di campo di basket sulla spiaggia, dove si trovavano a fare due salti quelli del posto. Senza fare mai troppo tardi, però: dopo una interminabile, splendida e solitaria giornata di mare, la voglia di confusione era sempre poca.

In ogni caso, grazie Los Roques. (Pubblicato il 10 gennaio 2004) - Letture Totali 167 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Venezuela: tutti gli articoli/racconti Venezuela: tutti gli articoli/racconti
Cronache dai Llanos venezuelani Cronache dai Llanos venezuelani. Cronache dai Llanos venezuelani, di Luigi Cardarelli (tarapoto12@libero.it)...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Cronache dai Llanos venezuelani su Twitter
A vela tra le Las Aves A vela tra le Las Aves. Breve racconto di viaggio estivo in Venezuela, fra le isole di Los Roques e Las Aves, di R...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi A vela tra le Las Aves su Twitter
Venezuela Venezuela. Racconto e impressioni di viaggio in Venezuela, di Marcella Vinciguerra...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Venezuela su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella