Home Destinazioni Destinazioni Asia Asia Asia Asia Asia: Chi ha il coraggio? Chi ha il coraggio?

Chi ha il coraggio?

Commercio equosolidale, Solidarietà, Onlus

Due righe ed un filmato raccapricciante di come, almeno in certi paesi, in Asia, specificatamente in Cina, vengono preparate le pellicce che poi finiscono nei nostri negozi. Per riflettere... ( segnalazione di Lisa Massei. Email: miele.nero@libero.it )

Asia. Commercio equosolidale, Solidariet�, Onlus

Sito o fonte Web: www.strasbourgcurieux.com/fourrure/ Vi avverto... il filmato è molto duro e quindi, prima di klikkare sul link sottostante, pensateci su bene... In ogni caso, difficile restare impassibili di fronte a "spettacoli" del genere,

http://www.strasbourgcurieux.com/fourrure/

"Amo gli animali, mi sono detta. Faccio quello che posso per loro. Starei solo male. Per niente. Poi ho deciso. Di vederlo. Di star male. Per un tempo che non finiva più. Perché non basta "sapere". Occorre vedere per poter raccontare a chi non vuole farlo.

Perché voglio si sappia e si faccia sapere l'orrendo dolore che sta dietro agli articoli di pregio in pelle e pellicia, rifiniti, bordati in pelle e pelliccia, che riempiono le vetrine dei nostri negozi, belli e meno belli, che invadono i nostri grandi magazzini

Per chi non vuole vedere. Ma deve sapere. Cina. Animali. Bellissimi. Tipo procioni, tipo marmotta. Non me ne intendo. Grassi. Tenerissimi. Musi bellissimi. Tantissimi. In gabbie di filo di
ferro. Strettissime. Afferrati. Per la lunga coda stupenda. Sbattuti in terra una, due volte. Lasciati lì, a sobbalzare. Appena intontiti. Con calma, senza fretta, ad una ad una tagliate le 4 zampine. Segate. Il piede dell'aguzzino che li schiaccia sul collo. Li inchioda al terreno. E sempre con calma, incisi i moncherini ad uno ad uno. Per preparare lo strappo.

Lasciati lì. Ad aspettare. Primo piano su un muso. Sugli occhi dolcissimi. Che luccicano. Brillano. Spalancati, ogni tanto socchiusi. Appesi. Scuoiati. Con calma. Senza fretta. Magari sospendendo il "lavoro" per voltarsi a dire qualcosa. A un altro aguzzino.

E lui che sobbalza, si contorce, spalanca la bocca. E il pelo fa fatica a staccarsi, a lasciare i piccoli corpi. E poi la carcassa. Buttata su un carro. Su una montagna di corpi nudi. E ti dici: "...è finita... finalmente è finita." Ma no, invece.

Primo piano. Sulla carcassa di cui brillavano gli occhi. Zoomata. Sul muso. Che spalanca la bocca. Un'ultima ripresa, più d'insieme. In un altro sforzo, la povera testa scuoiata si alza, si gira. Si volta. Pare quasi a guardare lo scempio di quel che resta del suo corpo torturato.

Minuti e minuti che sono un'eternità. Un'agonia. Per me, che guardo soltanto. E per loro...?

E poi ancora. E mi chiedo quand'è che finisce. E poi è la volta dei cani. Bellissimi. Pelo rigoglioso. Stessa orribile sorte. Stessa agonia infinita. Quelli il cui pelo compriamo sereni.

Il filmato prosegue. Animaletti deliziosi. Grandi e piccoli. Rinchiusi in attesa della loro sorte terribile. Uno sembra quasi giocare con un recipiente. Sembra un piccolo orsetto, bianco. Altri che girano frenetici nelle loro prigioni. Disperati. Impazziti. E poi è la volta dei conigli. Il famoso lapin, che acquistiamo tranquilli. Tanto, è il pelo dei conigli che mangiamo, che mangiano. Falso. Falsissimo.

Guardare il filmato per credere. Appesi. Scuoiati vivi. Carcasse che si contorcono chissà ancora per quanto, dopo.

Tutto questo mi ha intristito e angoscito oltre ogni dire. Una giornata da dimenticare. Ma la mia pena è niente a confronto di quella degli attivisti animalisti che si sono costretti a filmare queste atrocità. Per farci sapere quanto dolore si nasconde dietro tanti bei capi d'abbigliamento. Per renderci
consapevoli delle nostre scelte. Anche quelle che sembrano banali, dettate dall'impulso di un momento.

ED E' ZERO A CONFRONTO DI QUELLO CHE SOFFRONO QUESTI ANIMALI. E' orribile vedere questo filmato. Ma ancora più orribile è contribuire a tortutare questi animali, colpevoli della maledizione di possedere una
bella pelliccia.

Grazie per l'attenzione

Lisa Massei

http://mielenero.altervista.org/ (Pubblicato il 23 novembre 2005) - Letture Totali 189 volte - Torna indietro

1 Commenti - Voti : 1 Media :   Commenti Leggi i commenti...

Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Asia: tutti gli articoli/racconti Asia: tutti gli articoli/racconti
Piccolo resoconto di un grande viaggio Piccolo resoconto di un grande viaggio. Racconto di un lungo viaggio in moto lungo la Transasiatica, di Pierfelice Finocchi...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Piccolo resoconto di un grande viaggio su Twitter
L'Asia vista dalla moto L'Asia vista dalla moto. Transasiatica andata e ritorno in moto, di Pierfelice Finocchi...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi L'Asia vista dalla moto su Twitter
Appunti di viaggio Appunti di viaggio. Transasiatica: appunti di viaggio in moto lungo la Via della Seta dell'Asia, di Fabio e Ma...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Appunti di viaggio su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Viaggio in evidenza!
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella