Israele

Viaggi: cosa vedere tra mare, città, parchi...

 Da non perdere in Israele: mare, nudismo, citt�, parchi, artigianato

Da non perdere (sintesi)
Gerusalemme (vedere le relative pagine scheda). Lungo la costa mediterranea, dalla moderna ed affascinante Tel Aviv è possibile raggiungere l'antico porto e le rovine romane di Jaffa; Akko, l'antica Acra, capitale del regno crociato; Cesarea con il suo Anfiteatro e la cittadella crociata. La zona del Mar Morto abbina la possibilità di fare lunghe passeggiate nel Parco naturale di Nahal David, di sostare a Ein Gedi, piacevolissima oasi sulle rive del Mar Morto o di fare un bagno nelle acque incredibilmente salate del Mar Morto dove vi divertirete a leggere il classico giornale galleggiando sulla superficie dell'acqua anche se non sapete proprio nuotare. Grande interesse archeologico e paesaggistico riveste la bellissima fortezza romana di Masada, dove i difensori ebrei preferirono suicidarsi in massa piuttosto che cadere nelle mani dei Romani. Imperdibile la salita all'alba o la discesa al tramonto: il panorama sul Mar Morto e sul deserto è mozzafiato.
Interesse naturalistico, paesaggistico ed etnologico (beduini) riveste il deserto del Negev. Da vedere il Maktesh Ramon, un cratere geologico dai colori stupendi, profondo 300 metri, largo 8 km e largo 40 km, il Canyon Rosso e le Colonne di Ham Ram.. Oltre alla possibilità di partecipare a tour organizzati a piedi, in cammello o in jeep, è possibile e parimenti apagante attraversare il deserto in autobus (la fermata de cratere è Mitzpe Ramon). Più a sud trovate Eilat, sul Mar Rosso, ovvero tutto quanto occorre per la classica vacanza al mare: hotel, sport acquatici e subacquei, spiagge e il meglio della vita notturna del Paese. Imperdibili le rovine di Qumran (sede dei famosi rotoli del Mar Morto) e un bagno nel Mar Morto. Masada. Situata sopra una ripida collina è possibile salire a piedi o con la funivia. Nel primo caso (nel mese di agosto) vi consiglio caldamente di farlo al mattino presto. Il Museo della Diaspora (Beit Hatfutsot) a Tel-Aviv, meglio se con una guida. Il lago Tiberiade.

Da non perdere (dettagli)
AKKO. Città molto antica citata già 4000 anni fa dagli egiziani è situata a nord di Israele vicino alla baia di Haifa in una posizione fondamentale per far da tramite tra oriente ed occidente. Del periodo più antico non è rimasto molto ma dei suoi trascorsi più recenti rimangono nella città vecchia due porte di accesso alla città, una piccola città sotterranea del periodo delle crociate e l'imponente moschea sorta in luogo di una precedente chiesa cristiana.
BETANIA. Si trova tra Gerusalemme e Gerico e la sua denominazione attuale è El-Azariya. È il luogo nel quale, secondo le scritture, Gesù di Nazareth andava in visita presso i suoi parenti (le sorelle Marta e Maria) ed amici (Lazzaro). All'interno della chiesa francescana, infatti, sono presenti tracce della casa delle due sorelle e del miracolo della resurrezione di Lazzaro. Poco distante i resti della tomba di Lazzaro.
BETLEMME. A soli 9 Km da Gerusalemme è il luogo Santo per antonomasia ed in ebraico significa "casa del pane". Al centro della piccola città, delimitata da due conventi si trova un'imponente basilica che conserva entro i suoi sotterranei la grotta dove nacque Gesù indicata da una stella argentata; a pochi passi la mangiatoia dove il neonato fu riposto per essere riscaldato. Nella notte di Natale la piccola città viene attraversata da una folla di persone in processione provenienti da tutto il mondo secondo le tre confessioni comproprietarie della basilica: armena, greca e latina. Singolare la porta d'ingresso alla basilica: è molto stretta e bassa e risale al periodo armeno; sembra sia stata costruita a tal modo per evitare incursioni nemiche a cavallo e per obbligare i fedeli a compiere un atto di umiltà prima di accedervi. Altri luoghi da visitare sono la chiesa di Santa Caterina e le grotte sotterranee all'interno del complesso della basilica, mentre esternamente la Grotta del Latte, la casa di San Giuseppe e la tomba di Rachele.
CANA. Situata tra Nazareth e Tiberiade è il luogo dove Gesù compì i suoi primi miracoli: trasformò l'acqua in vino e guarì un malato. Qui sorsero, a ricordo del primo dei due miracoli, tre chiese: una greco-cattolica, una greco-ortodossa e una latina. Conservate all'interno di quella greco-ortodossa due grandi giare luogo dove sembra avvenne la citata trasformazione.
CAFARNAO. Paese importante e ricco per la sua posizione strategica poiché si trova sulla riva del Lago Tiberiade e dove passava un tempo la strada carovaniera che portava in Siria. Luogo nativo dell'apostolo Pietro, è il paese dove Gesù predicò di più e dove compì il maggior numero dei suoi miracoli; il celebre discorso del pane di vita fu pronunciato proprio in questa città. Gli scavi archeologici, che proseguono tutt'oggi, hanno riportato alla luce svariate bellezze tra cui la casa di Pietro dove ora sorge una Chiesa ottagonale risalente al V secolo.
CESAREA. Prese il nome odierno nel periodo romano ed esattamente le fu attribuito da Erode in onore di Cesare Augusto. Si trova sulla costa del mediterraneo a nord di Tel Aviv. All'epoca romana è legato il suo periodo di maggior splendore quando era dotata di un porto di notevole importanza strategica. Ancor oggi è possibile apprezzare i fasti del grande impero scorgendo imponenti resti quali lo splendido teatro romano orientato verso il mare.
GERICO. Situata a nord-est di Gerusalemme, è uno dei più antichi insediamenti di cui si sia venuti a conoscenza. I resti rinvenuti, risalenti al VII millennio, mettono in luce una civiltà evoluta dal punto di vista delle costruzioni edili e della conservazione dei defunti. Storicamente nel 1200 fu conquistata dal popolo di Israele alla fine del suo lungo peregrinare, persa ad opera dei Babilonesi e successivamente riconquistata nel 539. Nel periodo romano, sotto Erode, venne arricchita di un ippodromo, un anfiteatro un acquedotto e tanti giardini. Al tempo di Gesù fu teatro della guarigione di Bartimeo e della parabola del buon samaritano. Geograficamente Gerico si trova su di un'oasi verso la valle del Giordano, la più profonda e lunga depressione terrestre; da Gerusalemme a Gerico infatti si scende di oltre 1000m di dislivello e ci si ritrova immersi in un clima tropicale.
GERUSALEMME. Situata nei colli della Giudea è la capitale delle più importanti religioni mondiali: ebraismo, cristianesimo e islamismo. Letteralmente la parola significa "pace" anche se fu teatro di numerosissime guerre. La città vecchia, circondata da mura del periodo turco, ospita i resti del tempio di Erode (il famoso Muro del Pianto) ove Gesù si soleva soffermare a riflettere. L'origine della definizione sta nel lamento degli Ebrei per la rovina del loro tempio da parte delle legioni romane; oggi si preferisce definirlo Muro Occidentale. I Cristiani sono invece attratti dalla Via Dolorosa (la Via Crucis della Settimana Santa) e la Chiesa del Santo Sepolcro (la Tomba di Gesù). Per tutti gli aspetti citati la città affascina ed appassiona spiritualmente come nessun'altra.
HAIFA. Situata ai piedi del Monte Carmelo e molto vicina ad Akko, è attualmente uno dei porti più importanti di Israele. Distrutta più volte nel corso della storia, deve la ricostruzione e la fortificazione attuale all'emiro Daer al-Omar. Dalla zona bassa della città inizia il camminamento per il Monte Carmelo la cui prima tappa è il santuario Stella Maris in una posizione da cui si gode di uno splendido panorama: la pianura dell'Esdrelon, la Samaria e la baia di Akko.
MASADA. Situata vicino alla costa occidentale del Mar Morto era una fortezza naturale irraggiungibile ed inconquistabile; nel periodo di Erode fu conquistata dai romani, come in seguito specificato, che la dotarono di mura maestose, palazzi e magazzini. Proprio qui viene celebrata ogni anno la giornata delle Forze Armate in memoria di uno straordinario gesto di indipendenza e libertà collettive operato dal popolo ebraico; questi per porre fine all'assedio della fortezza da parte dei romani decisero di uccidersi tutti a vicenda rimanendo così uniti fino in fondo ed evitando la schiavitù.
NAZARETH. Paese natale di Maria e Giuseppe fu il paese dove crebbe e studiò Gesù prima di iniziare il suo ministero pubblico. Nel paese ha sede la Basilica dell'Annunciazione, opera di indubbia originalità e gusto costruita su progetto dell'italiano Giovanni Muzio. Storicamente Nazareth fu distrutta da Vespasiano per poi riemergere al tempo delle Crociate sotto l'egida del Principe Tancredi di Galilea.
NEGHEV. Comprende tutta la zona desertica meridionale di Israele che si estende da nord a sud da Masada fino a Eilat sul Mar Rosso. Si presenta sotto molti aspetti diversi: sabbioso, roccioso e stepposo. Storicamente abitato fin dai tempi più remoti ebbe il periodo di maggior sviluppo sotto i Nabatei che lo seppero sfruttare al meglio sia sotto l'aspetto naturalistico, recuperando l'acqua e creando piccoli villaggi, che da quello economico, richiedendo alti pedaggi per il transito delle carovane verso i paesi confinanti. Con l'andare del tempo si svilupparono però i commerci navali facendo decadere l'attività più redditizia di questo popolo. Le postazioni abbandonate non furono mai più riutilizzate perciò presentano tuttora un ottimo grado di conservazione. Oggi viene abitato da nomadi che via via stanno purtroppo scomparendo. Da non perdere, nel cuore del deserto, un vero e proprio laboratorio geologico naturale: il Maktesh Ramon, un enorme cratere da cui poter osservare la crosta terrestre, perciò viene continuamente monitorato e studiato; alle pendici del vulcano si trova un grande parco naturale protetto; il tutto è raggiungibile con fuoristrada opportuni.
QUMRAN. Posizionata poco a sud di Gerico e a ridosso del Mar Morto in un paesaggio desertico. Qui vennero ritrovati da un pastore, secondo la leggenda, sette rotoli di cuoio contenuti in altrettante giare all'interno di una grotta. Ora sono esposti al Tempio del Libro di Gerusalemme e rappresentano uno dei reperti più importanti per Israele. Il più importante porta scritto tutto il testo sacro del Profeta Isaia. Analizzandoli si è dimostrato infatti che la parola di Dio è stata tramandata arrivando fino ad oggi senza significative alterazioni. La Storia ci riporta che la popolazione che viveva a Qumran all'epoca, gli Esseni, apparteneva infatti ad una setta religiosa attenta alla copiatura dei testi sacri.
TABOR. Alto scarsi 600m ma carico di un fascino irresistibile, è probabilmente il monte santo descritto dai Vangeli ove avvenne la Trasfigurazione di Cristo agli apostoli. Sulla sommità vi è una piana ed il monte si prestato ad essere fortificato in varie epoche: rimangono ancora i resti di una fortezza saracena del XIII secolo. Di recente, nel 1924, fu eretta da italiani la basilica della Trasfigurazione che integra in sé le rovine di tutte le chiese costruite in epoche precedenti.
TEL AVIV. Attuale capitale di Israele affacciata al Mediterraneo ha nel suo bel lungomare, ricco e fastoso, e nel vecchio centro arabo di Giaffa, fitto di negozi e ristoranti, i suoi luoghi più originali. Il resto della città non presenta resti della antica civiltà ebraica ma anzi denota caratteristiche proprie delle grandi capitali.
TIBERIADE. Situato nella Galilea, il lago ha un'estensione di 21 x 12 Km ed è sotto il livello del mare di 200 m. Al tempo di Gesù c'erano più città che vi si affacciavano ricche ed importanti. Fu qui che Gesù iniziò la sua missione pubblica e poco distante, dal Monte delle Beatitudini, tenne il Discorso della Montagna. Sulle rive del lago si trovano poi Magdala, paese natale di Maria Maddalena, Tabgha dove avvenne il miracolo dei pani e dei pesci e Tiberiade, divenuta capitale dei Giudei dopo la loro cacciata da Gerusalemme; oggi è considerata una delle quattro città sante per la religione ebraica.

Si può perdere
Se non fosse per i suoi fondali (ma la EDT dice che quelli della costa del Sinai sono molto meglio) l'affollatissima Eilat. (Pubblicato il 22 settembre 2007)

Pagine correlate...


Israele: tutti gli articoli/racconti Israele: tutti gli articoli/racconti
Israele. Gerusalemme Israele. Gerusalemme. Per dormire
Gli alberghi sono carucci. Si spende meno nella parte Est (quella palesti...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Israele. Gerusalemme su Twitter
Israele. Gerusalemme Israele. Gerusalemme. Autobus e Taxi
Con i taxi, occhio a farti sempre mettere il tassametro altrimenti t...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Israele. Gerusalemme su Twitter
Israele. Gerusalemme. Tel Aviv Israele. Gerusalemme. Tel Aviv. Per l'Egitto partono autobus (35 US$ solo andata) ogni mattina da Gerusalemme (07:15) e Te...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Israele. Gerusalemme. Tel Aviv su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Nota Bene:

Queste informazioni, spesso sintetiche, sono raccolte con metodo e spirito amatoriale e Viaggiatorionline non si assume nessuna responsabilità per ogni problema, danno o inconveniente che dovessero eventualmente derivare dall'uso delle stesse. Ti consigliamo di approfondire ogni informazione acquistando ora, on line, una guida completa e dettagliata Lonely Planet. La riceverai comodamente a casa tua.

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Acquista la tua Guida LP Israele SCONTATA!

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella