Home Racconti, Articoli, Diari, Reportage di Viaggi Racconti, Articoli, Diari, Reportage di Viaggi Libia sconosciuta: le piste del silenzio Libia sconosciuta: le piste del silenzio

Libia sconosciuta: le piste del silenzio


Inserito il: 28/11/2007 da Robo Gabr'Aoun
Email: robogabraoun@hotmail.com
Sito web: http://www.viaggiatorionline.com/profile.asp?id=Robo+Gabr%27Aoun
Letto 2039 volte

 Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire

Tutto l’itinerario richiede circa sei giorni,compresi i trasferimenti tra i laghi settentrionali, ed un’autonomia di carburante per almeno 1000 chilometri (effettivi di percorso circa 750, dei quali almeno la metà in dune), nonché un’accurata messa a punto dei mezzi,con assetto irrobustito, ed una buona padronanza di guida su sabbia.

Per la risalita al Nord un itinerario meraviglioso ed anch’esso lontano dalle rotte del turismo organizzato è la diretta Ubari-Gadamesh, da compiersi in tre giorni. Nel primo giorno si attraversa l’Erg Tahadjerit Occidentale, con i suoi rilievi arrotondati e le grandi spianate da oltre 100 km/h,fino alle grandi guglie sabbiose del Oued Nashwa. Nel secondo giorno si attraversa la grande e velocissima Hammada Zegher, centro geografico della conca di Awbari, sfiorando l’antico aeroporto Italiano nel Oued Timenokalin, per poi tuffarsi tra le catene di dune alte dell’Idehan, imboccando i rami più occidentali del Oued Kartene, attraverso paesaggi mozzafiato di sebkhe argillose, depositi salini e, naturalmente, grandi dune.

Il terzo giorno si attraversa l’Hammada di Tingid, navigando a Nord Ovest verso Gadamesh, superando la barriera dell’Adrar verso il confine Algerino. Giunti all’asfalto della rotabile tra Derji e Gadamesh, potete decidere se pernottare nella splendida Gadamesh o "rubare" ancora un bivacco da 1000 ed una notte a questo viaggio meraviglioso, navigando alla volta dei laghi di Mujezzin, solamente ad una ventina di km a est della città,facendo campo sulle rive di questi incredibili e sconosciuti specchi d’acqua, con lo sfondo delle dune del Grande Erg Orientale Algerino.

Circa l’aspetto psicologico, occorre sottolineare che un itinerario del genere è completamente al di fuori delle rotte battute dal turismo e dagli stessi autoctoni. Non si intraprende un viaggio simile inventandoci una "sfida" all’erg. L’erg, come le montagne od il mare, va rispettato e temuto, mai sottovalutato né tantomeno affrontato di petto. Esso ospita e può farti dono di emozioni sublimi, ma non ti consentirà errori di valutazione. I propri limiti devono essere ben chiari, così come la coscienza di non oltrepassare mai il punto di non ritorno: a tale riguardo è opportuno effettuare questo tracciato con gente esperta, per lo meno un capogruppo che abbia una conoscenza ottimale del territorio. La banalizzazione di una pista può portare ad incidenti gravi: una buca può portare al ribaltamento, così come un traverso in dune, con controtendenza eccessiva o non sufficiente velocità nell’affrontarlo.

L’esperienza è fondamentale. Occorre essere umili, abbandonare il gergo pseudo-sahariano del tipo "Ho fatto Rebiana", "Ho fatto i laghi", etc. Non è un gergo da viaggiatore, e la superficialità insita in simili affermazioni non è solo pericolosa ma anche drammaticamente. Ciò che noi possiamo ritenere un’impresa grandiosa con un 4x4 è, agli occhi di chi è costretto per nascita a viverci 365 giorni l’anno, una quotidianità, una banalissima forse persino noiosa "cosa normale".

E sicuramente, ieri come 1000 anni fa gli stessi erg che noi attraversiamo oggi con grandi e ben stivati 4x4 venivano attraversati per necessità a dorso di dromedario o a piedi. Quindi occorre essere umili, ricordare che non "facciamo" grandi imprese, ma attraversiamo, come brevi meteore, luoghi immoti da secoli e secoli, che non cambieranno al nostro passaggio e nei quali le nostre effimere tracce resteranno forse meno di due ore, spazzate dal vento.     continua "Libia sconosciuta: le piste del silenzio"

Torna indietro

Per Votare/Commentare chiudi questa finestra e clicca Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo

I Top LIKE...
Le destinazioni
Viaggi Oceania Viaggi Africa Viaggi Europa Viaggi Nord America Viaggi CentroAmerica Viaggi Caraibi Viaggi SudAmerica Viaggi Asia Viaggi Medio Oriente Clicca sul Continente Viaggi ZONA_ITALIA