Nepal

Trasporti: dal noleggio auto ai voli interni

Trasporti in Nepal: dai voli interni al noleggio auto

Aerei
La rete aerea nazionale è gestita dalla Royal Nepal Airlines e da alcune compagnie private; i voli sono abbastanza cari e spesso subiscono grossi ritardi o anche cancellazioni a causa delle condizioni atmosferiche. Se intendete viaggiare su un volo nazionale vi conviene prenotare con una settimana di anticipo e riconfermare la prenotazione tutti i giorni, per evitare che qualcuno vi passi avanti in caso di overbooking. Gli stranieri devono pagare i biglietti aerei in valuta convertibile.
Da Katmandu diverse agenzie offrono, a circa 100US$, voli per sorvolare l'Himalaya e fare spettacolari fotografie. Consigli. 1- Se volete essere sicuri di vedere le montagne dall'aereo, chiedete un posto al finestrino sul lato destro.

Autobus
Il mezzo di trasporto più comune: costa pochissimo, ma è incredibilmente scomodo e dannatamente lento, oltreché "emozionante". Chi è stato in Nepal vi racconterà sicuramente di quante volte ha rischiato di cascare in un precipizio a bordo di un autobus spericolato. Credetegli: le strade sono messe malissimo. Tra Kathmandu e ci sono diversi servizi dedicato esclusivamente ai turisti. Consigli. 1- Se l'autobus è l'unico mezzo che puoi permetterti, evitalo almeno da Pokhara a Besi Sahar (regione dell'Annapurna). Sono molto frequenti gli incidenti su quel tratto di strada e poi, siccome sono pochi e affollati, facilmente ti capiterebbe di viaggiare sul tetto, cosicché i pericoli di scivolare giù nella scarpata aumenterebbero considerevolmente.

Treni
In Nepal non esiste una rete ferroviaria a parte due tratti, spettacolari, a scartamento ridotto.

In città
Nella vallata di Kathmandu e attorno a Pokhara ci sono anche taxi, con o senza tassametro, i tempo (veicolo a tre ruote), autorisciò, risciò e biciclette, tutti mezzi piuttosto economici se paragonati ai prezzi europei. Ricordarsi però di contrattare il prezzo alla partenza.

Bicicletta
Sono sempre di più i turisti che preferiscono muoversi in bicicletta, che a volte sui percorsi brevi è più veloce dell'autobus. In molti casi per i piccoli spostamenti non si usa nessun mezzo e si va a piedi; a volte questa è l'unica possibilità. I portatori trasportano più merci che tutti i mezzi di trasporto messi insieme.

Auto e moto
Le strade sono di scarsa qualità, anche se negli ultimi anni la manutenzione sta migliorando. Non si possono noleggiare automobili, se non con autista locale. Affitare auto e autista può essere la migliore soluzione per piccoli gruppi. Per chi viaggia con la propria auto in modo indipendente (senza autista) si ricordi di fare grande attenzione alle mucche, la sacralità di questo animale per gli hinduisti determina un alto numero di individui liberi lungo le strade; investire ed uccidere una mucca può comportare problemi penali veramente pesanti. Da sapersi. 1- Si guida all'inglese, a sinistra con precedenza per chi viene da destra.

Trekking
Il Nepal è un paese che si gira soprattutto a piedi e questo must merita una più ampia trattazione... All'ufficio stranieri di Kathmandu e di Pokhara potete richiedere il permesso speciale per il trekking, che dovrete mostrare alla polizia durante il cammino. Normalmente il permesso per una settimana costa US$10. Se vi presentate al mattino presto, dovreste ottenerlo in giornata; ricordate di portare due foto tessera. Un po' di consigli. 1- Non ci sono particolari problemi ad affrontare da soli le escursioni, ma è sempre meglio aggregarsi a gruppi o assumere una guida (Normalmente costa 100 rupie al giorno). In entrambi i casi, non mancheranno le occasioni per ritagliarsi lunghi momenti di contemplativa solitudine. 2- Da ricordare che anche oltre i 3000 m si è ad altitudini minime ed è ancora possibile incontrare molti villaggi e, lungo la maggior parte dei percorsi di trekking, attrezzature e accomodations. Trascurate quindi l'acqua di fiumi e risaie (cristallina ma non potabile a meno che non venga bollita) per acqua in bottiglia o bibite. 3- Pianificare il percorso con tappe ad altitudini progressive, perché il mal di montagna è probabile oltre i 3.500 m se l'avvicinamento è troppo veloce. Informatevi presso la Himalayan Rescue Association a Kathmandu vicino alla Guest House Thamel. 4- La stagione migliore per il trekking è l'autunno, da settembre all'inizio di dicembre, ma anche tra marzo e aprile si può fare. Vi potete affidare a una delle mille agenzie che organizzano uscite e propongono guide esperte, oppure potete fare tutto da soli, anche perché lungo i vari sentieri ci sono diverse strutture di accoglienza. Nella stagione monsonica (giugno-settembre), vi è pericolo ricorrente di smottamenti, frane e crolli con conseguenze per la sicurezza dei viaggiatori. 5- Cercate di ridurre al minimo l'impatto ambientale, usando solamente prodotti biodegradabili, non spargendo rifiuti, scegliendo strutture che usano legna anziché kerosene e non usando carta igienica. 6- Il Nepal era fino a poco tempo fa un posto molto sicuro. Negli ultimi anno sono avvenuti gravi episodi di tensione e attualmente, in seguito ai frequenti scontri tra i guerriglieri maoisti e le forze di polizia, è consigliabile informarsi sulle reali condizioni di sicurezza nel Paese prima di avventurarsi in trekking solitari. Sono considerate zone a rischio vari distretti nelle regioni settentrionali, centrali e centro occidentali del Nepal. Cautela anche nei distretti di Gorka e Bardya (zona di un noto parco naturale). In ogni caso, qualora si progettino escursioni in queste zone, si consiglia di appoggiarsi a guide fornite da agenzie affidabili. Ricordiamo che potete informarvi presso il Consolato Generale d'Italia in Calcutta (italy@cal2.vsnl.net.in, competente per il territorio nepalese), o il Consolato Onorario in Kathmandu (negroup@mos.comnp). 7- I percorsi più comunemente scelti da Kathmandu sono l'Everest Base Camp, l'Helambu e il Langtang; da Pokhara si raggiungono più facilmente il circuito dell'Annapurna e il sentiero Jomson. Per tragitti meno battuti vi conviene organizzarvi bene; consigliamo il Kachenjunga Base Camp, la regione di Dolpo, il Mustang e il lago Rara.

Trekking consigliati:
La Valle di Katmandu
E' un posto magico dove etnie e soprattutto culture agli antipodi si incontrano, si intersecano e convivono. Nel centro di Katmandu gli aspetti di maggior rilievo sono la Durbar Square che presenta una collezione di magnifici templi induisti, il vecchio Palazzo Reale e la casa della Kumari, la dea vivente bambina. I dintorni di Katmandu e la valle offrono elementi architettonici e culturali di straordinaria bellezza. Ricordiamo i centri di Patan (stupenda la Durbar Square e il Golden Temple) e Bhaktapur (dove è anche il National Art Museum) e il piccolo centro di Thimi (dove è possibile ammirare l'arte ceramica di costruzione dei vasi). Nella Valle da non perdere Swayambunath un tempio buddista detto il tempio delle scimmie, Bodnath uno degli stupa buddisti più importanti al mondo, Patshupatinath dove avviene la cremazione dei defunti secondo il rito induista e Dakshinkali, il tempio induista alla dea Kali dove il martedì e il sabato si effettuano sacrifici di animali in onore della dea assetata di sangue. A 5 km ovest di Katmandu è la Nagarjun Forest dove sono i Balaju Water Gardens. A 19 km sud di Katmandu sono i Godavari Royal Botanical Gardens. A Patan è il Jawalakhel Zoo che ospita molte specie animali del sud asiatico. Per uno stupendo tramonto sull'Himalaya reacrsi a Nagarkot.
Trekking sull'Himalaya
L'Himalaia offre ampie possibilità di trekking, dalla passeggiata in giornata per persone assolutamente inesperte (che possono comunque godersi un fantastico tramonto verso le vette più alte del mondo) a escursioni di più giorni a scalate per esperti alpinisti. Trekking o scalate sono generalmente effettuate da settembre a maggio, ma la stagione migliore è ottobre-dicembre e marzo-aprile. Moltissime agenzie sia a Katmandu sia a Pokara organizzano trekking di vari giorni prenotandovi i rifugi e dotandovi di guida, portatori e cuochi. I permessi di trekking vengono acquistati presso il Central Immigration Office o all'ingresso dei parchi nei quali effettuare il trekking. Lungo i percorsi classici (Annapurna ed Everest) vi sono moltissime abitazioni che danno disponibilità di vitto e alloggio. Le opportunità per i turisti stanno migliorando velocemente, consigliamo comunque di appoggiarsi ad una agenzia locale per chiedere qualunque informazione rispetto alle condizioni di fattibilità del momento e ai permessi necessari. Noi ci siamo trovati molto bene con la MAB Tours & Travels di Katmandu, fax 420315. Anche a Pokara trovare una agenzia non vi sarà difficile. (Pubblicato il 21 settembre 2013)

Pagine correlate...


Nepal: tutti gli articoli/racconti Nepal: tutti gli articoli/racconti
I did not climb Mt. Everest but I touched it with my heart I did not climb Mt. Everest but I touched it with my heart. Racconto di un trekking in Nepal fino alla base del mitico Monte Everest, di Claudio Monta...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi I did not climb Mt. Everest but I touched it with my heart su Twitter
Friendship Highway… from Kathmandù to Lhasa Friendship Highway… from Kathmandù to Lhasa. Il reportage con foto d'autore di un itinerario d'altri tempi lungo la Friendship Highway ...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Friendship Highway… from Kathmandù to Lhasa su Twitter
Notizie dall'Asia Centrale Notizie dall'Asia Centrale. NOTIZIE DALL'ASIA CENTRALE, monografia di viaggio di Carlo Paschetto e Emanuela Gris, 15.0...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Notizie dall'Asia Centrale su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Nota Bene:

Queste informazioni, spesso sintetiche, sono raccolte con metodo e spirito amatoriale e Viaggiatorionline non si assume nessuna responsabilità per ogni problema, danno o inconveniente che dovessero eventualmente derivare dall'uso delle stesse. Ti consigliamo di approfondire ogni informazione acquistando ora, on line, una guida completa e dettagliata Lonely Planet. La riceverai comodamente a casa tua.

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Acquista la tua Guida LP Nepal SCONTATA!

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella