Home Destinazioni Destinazioni Africa Africa Egitto Egitto Egitto: Il Grande Mare di Sabbia Il Grande Mare di Sabbia

Il Grande Mare di Sabbia

Racconti e Articoli di Viaggio

Emozioni, sensazioni e anche informazioni su una parte di Egitto che pochi viaggiatori conoscono. White Desert, Siwa, Dakhla e il Grande Mare di Sabbia non dovrebbero invece mancare in nessun itinerario, di Claudio Montalti - Inviato il 21 novembre 2008 da Claudio Montalti.

Il Grande Mare di Sabbia

Sito o fonte Web: www.claudiomontalti.net Erano anni che volevo visitare il Grande Mare di Sabbia, ovunque questo si trovasse. Il solo nome mi richiamava alla mente un luogo che, nella reltà, non può esistere. Come può essere, infatti, un intero "mare" fatto solo di sabbia? Di onde scolpite dal vento per centinaia di chilometri senza soluzione di continuità? Era una immagine che cercavo, che volevo vedere e persino toccare, perchè solo così avrebbero avuto un posto nella mia realtà.

E non mi è parso vero, mentre programmavo a grandi linee il mio viaggio in Egitto, leggere sul lato inferiore sinistro della cartina quel Grand Sand's Sea che era scolpito nella mia immaginazione. Nel Deserto Occidentale egiziano, il Grande Mare di Sabbia è lo stesso che, appena oltre il confine tirato col righello, prende il nome di Deserto Libico, un nome e un luogo famosissimo per gli appassionati del genere, da non moltissimi anni aperto a molti Tour Operator specializzati e quindi facilmente accessibile a chiunque voglia sfamare la sua voglia di orizzonti disabitati poco meno che infiniti.



Non mi è sembrato vero avere a portata di mano quegli spazi, quelle avventure, quegli scenari e quelle stellate da paura che ogni anno richiama in Libia migliaia e migliaia di appassionati. Solo che era in Egitto. Per di più, in Egitto il deserto richiama - relativamente - poche persone. Perchè?

Penso che ci siano già tante, troppe cose da fare e vedere, e il deserto non è quasi mai tra queste. Dopo esserci stato, posso dire che è un grosso errore viaggiare l'Egitto senza inoltrarsi a Ovest del Nilo...

Mi veniva naturale, mentre vivevo il mio viaggio lungo il grande fiume, pigro come la sua corrente, ma sempre attentissimo a immagini, suoni e odori, gettare spesso lo sguardo verso il deserto che iniziava pochi metri più in là.

C'entrava molto anche il mistero che questi emanava: le sabbie che si stendevano a ponente era chiamate dagli antichi egizi deshret, ovvero 'terra rossa', (per distinguerla da kemet, la 'terra nera' a causa del ricco strato di limo depositato ogni anno sulla regione a est del Nilo, generalmente pianeggiante e quindi inondata) che identificavano con l'Aldilà, il regno di Seth, il dio del caos che aveva ucciso il fratello Osiride, perchè era da quella parte che il sole tramontava e poi moriva.

Deshret divenne quindi il Regno dei Morti, meta finale dell'ultimo terreno di tutti gli umani... Se in origine fu la nuda sabbia ad accogliere democraticamente le spoglie mortali di tutti gli abitanti del Nilo, faraoni, nobiltà e popolani, coi decenni e secoli e con lo sviluppo della civiltà, la cosa è divenuta via via più complessa come testimoniano oggi templi e le sepolture giunte fino a noi, tutte - con poche eccezioni - ormai spoglie dei tesori che custodivano. Ancora dopo 3000 anni la Terra Rossa è sempre lì, poco abitata e coltivata, ben visibile dal Nilo, mentre è sulla Terra Nera che si ammassano campi, quartieri, città...



Anche per questo mi veniva più facile guardare a ponente che non a levante, pensando al giorno in cui vi avrei puntato con decisione, a quando un viaggio - e un orizzonte - completamente diverso avrebbe cominciato a scorrere al di là del finestrino degli autobus. continua "Il Grande Mare di Sabbia" (Pubblicato il 21 novembre 2008) - Letture Totali 514 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Egitto: tutti gli articoli/racconti Egitto: tutti gli articoli/racconti
Tutto il blu del Mar Rosso Tutto il blu del Mar Rosso. L'altra faccia, quella ancora abbastanza genuina nonostante il turismo, del Mar Rosso: Dah...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Tutto il blu del Mar Rosso su Twitter
Egitto, volto vibrante della terra al confine Egitto, volto vibrante della terra al confine. Una carrellata di ricordi, di foto e memorie estive in un viaggio vissuto attraverso i cin...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Egitto, volto vibrante della terra al confine su Twitter
Osservando la Sfinge Osservando la Sfinge. Riportiamo le conclusioni di lunghe considerazioni di un recentissimo viaggio - febbraio 2...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Osservando la Sfinge su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella