Home Destinazioni Destinazioni Asia Asia Vietnam Vietnam Vietnam: Ho Chi Min, 31 anni dopo la liberazione Ho Chi Min, 31 anni dopo la liberazione

Ho Chi Min, 31 anni dopo la liberazione

Racconti e Articoli di Viaggio

Brevi impressioni di viaggio a Ho Chi Min, Vietnam, di Lorenzo Mazzoni - Inviato il 28 aprile 2006 da Lorenzo_Mazzoni.

Ho Chi Min, 31 anni dopo la liberazione

Saigon, città dell’oblio, dove le donne acquistano di prezzo, dove le puttane guadagnano più dei dottori, dove nei grandi alberghi alloggiano i generali con i loro seguiti imponenti. Saigon, con i viali alberati, le baracche che la circondano, in un’ingiusta e nauseabonda giungla urbana.

Saigon, città dell’oblio, dove la mafia francese va a braccetto con le società segrete cinesi per un controllo totale della notte, dove si sopravvive a suon di tangenti per il corrotto governo di Thieu.

Saigon, città dell’oblio, con i bar affollati di marines e di armi automatiche. Le sigarette all’oppio, le salette per i massaggi, le massaggiatrici adolescenti, i bagni turchi, l’LSD, le luci ultraviolette, il whisky invecchiato sette anni, i poster fluorescenti, i Doors a tutto volume, l’onnipresente mama San, i suoi occhi da ruffiana senza cuore, gli spacciatori sulla Tu Do, i pornoshop, i venditori di foto oscene, gli hamburger, i frullati alla banana, il cioccolato, le patatine fritte, la lacca per capelli, i dock di Canh Hoi, l’aria impregnata di marijuana, le stanze che rimbombano al ritmo di All Along The Watchtower, le stanze a vapore, le stanze umide sul retro, le stanze economiche, le ragazze in minigonna, le ragazze khmer dalla pelle bruna, i disertori, i fuorilegge, i matti, i contrabbandieri, i disperati, le moto da 50 cc, le Honda, le Suzuki, le Yamaha.

Saigon, città dell’oblio, dove, nella notte i soldati dello zio Sam si danno appuntamento negli affollati nightclub, dove si trascinano fino al mattino, in compagnia di esotiche concubine dalla pelle profumata.

Saigon, città dell’oblio, mercato di denaro, di donne, di potere, di armi, di droga. Saigon, mercato orientale di segreti. Baluardo dorato dell’Impero, oasi sovraffollata di paranoie guerriere, di soldatini affamati di vita, ansiosi di strappare qualche ora di follia alle principesse della notte.

Saigon, città dell’oblio. Traffico di armi, soffiate, esplosioni in pieno centro, biciclette rotte. Mondo torbido e complesso di informazioni e bestemmie, strade sature di pettegolezzi e bugie, angosce, panico, auto abbandonate, sciacalli, il presidente Big Minh, insediato da 48 ore che annuncia la sconfitta alla radio.

Saigon, città dell’oblio, dove la gente parla sottovoce, dove i poliziotti si sbarazzano della propria divisa, dove la folla si mescola ai giovani soldati venuti dal nord, dove i trafficanti del mercato nero vendono le loro ultime mercanzie prima di fuggire insieme ai soldatini corrotti verso l’ambasciata a stelle e strisce.

Saigon, città dell’oblio, città che non esiste più. Alle 12.15 il cancello viene sfondato da un carro armato. Un gruppo di genieri corre verso la scalinata d’entrata. Il primo tiene alta sopra la testa la bandiera del Nord Vietnam. Pochi minuti e la stessa bandiera sventola all’ultimo piano del palazzo.

Saigon, città dell’oblio, muore. Diventa Ho Chi Minh Ville. E’ il 30 aprile 1975. (Pubblicato il 28 aprile 2006) - Letture Totali 134 volte - Torna indietro

0 Commenti - Voti : 1 Media :   Commenti

Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Vietnam: tutti gli articoli/racconti Vietnam: tutti gli articoli/racconti
Can Cau: il più bel mercato del Vietnam Can Cau: il più bel mercato del Vietnam. Vi racconto una piccola parte del mio viaggio in Vietnam, di Thu Phuong per asiatica.com...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Can Cau: il più bel mercato del Vietnam su Twitter
Da Lao Cai alla baia di Halong, attraverso la capitale Hanoi Da Lao Cai alla baia di Halong, attraverso la capitale Hanoi. Da Lao Cai alla baia di Halong, attraverso la capitale Hanoi, di Adriano Socchi...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Da Lao Cai alla baia di Halong, attraverso la capitale Hanoi su Twitter
Saigon e il delta del Mekong Saigon e il delta del Mekong. Racconto di viaggio in Vietnam, rievocando la triste guerra americana, ma anche calandosi ...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Saigon e il delta del Mekong su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Viaggio in evidenza!
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella