Home Destinazioni Destinazioni Oceania Oceania Polinesia Francese Polinesia Francese Polinesia Francese: Arcobaleno di notte a Tahaa Arcobaleno di notte a Tahaa

Arcobaleno di notte a Tahaa

Racconti e Articoli di Viaggio

Tahaa, Polinesia Francese. Arcobaleno di notte, la magia di una notte di luna piena a Tahaa, dopo il tifone, di Michele Salvatore - Inviato il 13 gennaio 2004 da Michele Salvatore.

Arcobaleno di notte a Tahaa

Tahaa, 16 gennaio 2003. Vi scrivo questo e-mail perchè ho bisogno di condividere con gli amici le esperienze più belle che mi trovo a vivere in questa terra magica. E' una notte di luna piena, questa del 16 di gennaio. Dopo Zoè, che si è sfogato sulle Solomon , il ciclone Ami ha finito la sua corsa di distruzione sulle Figi causando ingenti danni, morti e dispersi sulla grande isola di Vanua Levu e sull'arcipelago delle Lau.

E' una stagione un pò strana. Le aree cicloniche si formano nella maggior parte dei casi sui 180° di longitudine e 8-10° di latitudine sud, restano stazionarie, si approfondiscono per un paio di giorni e poi partono a Nord, NW oppure Ovest pieno. Esattamente il contrario di quanto normalmente avviene. La stagione è appena iniziata e l'80% di probabilità che la Polinesia sia toccata da un ciclone quest'anno è ancora valida , seppure faccio il tifo per il 20%. Stranamente, da una decina di giorni non piove o quasi e, non c'è vento. Tutta l'attività si svolge a Ovest dei 160°. Ogni tanto, qualche cumulo scuro si addensa all'orizzonte, gioca ai birilli con le isole, scarica tonnellate di acqua, punisce gli incauti che hanno lasciato gli osterigi aperti e poi si dissolve.

E' una notte di luna piena, questa del 16 gennaio. Sono le due del mattino, si è levata una leggera brezza che mi consente di non sudare e dormire tranquillo. Dopo qualche istante, una goccia d'acqua sulla schiena e poi due, tre, e avverto il tamburellare della pioggia sul tendalino. E' inutile far finta di niente: bisogna alzarsi e chiudere tutto. Via anche l'asciugamano e quel paio di pantaloncini oramai asciutti.

Il grosso della nube è addensata su Tahaa ed i contorni dell'isola si distinguono appena. Il marina dove è ormeggiato il Gulliver riceve l'ultima propaggine dello scroscio di pioggia. Un minuto o due e potrò riaprire tutto e non soffocare di caldo. Mi godo il fresco e lo spettacolo appoggiato al tambuccio, all'entrata del quadrato. Questa enorme luna piena rischiara a giorno tutta la laguna assopendone i colori, ma nello stesso tempo evidenziandone i contrasti e i contorni: una foto in bianco e nero, ma molto più bella perchè tutto si muove e la staticità è solo apparente. E' rimasta solo qualche goccia ribelle ormai, e posso riaprire l'osterigio di poppa. Esco in pozzetto, apro il tambuccio e getto uno sguardo distratto al cielo in direzione di Tahaa e... resto di stucco. Sono incantato, meravigliato, stupito!

Un arcobaleno a 180° si è formato a partire da Tahaa e sembra appoggiarsi sulla punta estrema di Huahine. La luce riflessa della luna ne evidenzia i colori ma, non i soliti colori. Predomina il grigio in ogni tono, ma seppure in tonalità molto tenui e poco cangianti il rosa ed il violaceo sono perfettamente distinguibili. Sembra di vedere acquarello creato con colori eccessivamente diluiti. Che silenzio tutto intorno: anche il vento ha cessato di soffiare. Non c'è tempo per memorizzare tutto con precisione, ma solo dei fotogrammi. Uno, forse due minuti, e già l'arcobaleno si polverizza, si dissolve a partire da Nord Est e, in una successione velocissima scompare così come si era formato. Non riesco a distogliere lo sguardo da quella porzione di cielo che è stata teatro di tanta bellezza, quasi attendessi un secondo tempo o una replica . Ma in natura questo non succede o, quantomeno, non in modo immediato. Uno spettacolo come questo mi è capitato di vederlo l'anno scorso nella laguna Sud di Bora Bora, fine dicembre o primi di gennaio. Ero con l'intramontabile Jano ed altri amici e nonostante le decine di migliaia di miglia accumulate sugli oceani e i suoi quasi 80 anni , era la prima volta che Jano assisteva ad un fenomeno come questo. Non penso sia raro, anche se lo è per la stragrande maggioranza degli uomini, ma certamente il merito va a questa terra magica che mi accoglie e mi prenota posti in prima fila.

Non sono riuscito più a dormire. Avevo voglia di svegliare tutti per raccontare e descrivere questi istanti di rara bellezza. I fotogrammi che avevo impresso nella memoria, continuavano a succedersi come in una presentazioni di diapositive e mi caricavano di energia. Dovevo scaricarne almeno una parte, così ho iniziato a scrivere. Questa notte ho accumulato altra energia e nuova ricchezza, quella vera, la ricchezza che nessuno potrà mai sottrarmi e alla quale attingerò nei momenti di sconforto. Non ho foto, nè filmati. Sono istanti che bisogna vivere in prima persona. Per il momento accontantevi di questa descrizione sommaria e lacunosa, ma spero di esser riuscito a trasmettervi un pò di energia e di sana invidia. (Pubblicato il 13 gennaio 2004) - Letture Totali 144 volte - Torna indietro

2 Commenti - Voti : 2 Media :   Commenti Leggi i commenti...

Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Polinesia Francese: tutti gli articoli/racconti Polinesia Francese: tutti gli articoli/racconti
Magie Polinesiane Magie Polinesiane. Impressioni e magie nel momento di lasciare la Polinesia Francese dopo sette mesi, di Mich...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Magie Polinesiane su Twitter
Il tatuaggio marchesiano Il tatuaggio marchesiano. Breve saggio su una delle tradizioni più sentite - e ora di moda in tutto il mondo - della...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Il tatuaggio marchesiano su Twitter
Frammenti di giornate polinesiane... Frammenti di giornate polinesiane.... Frammenti di giornate polinesiane, una breve cronaca di un quotidiano quasi normale, di Mi...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Frammenti di giornate polinesiane... su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella