Home Destinazioni Destinazioni SudAmerica SudAmerica Ecuador Ecuador Ecuador: Alla scoperta della selva... Alla scoperta della selva...

Alla scoperta della selva...

Racconti e Articoli di Viaggio

Pagine di diario del soggiorno presso il Rio Pastaza, nella foresta dell'Ecuador, di Giorgio d'Ambrosio - Inviato il 04 maggio 2005 da Giorgio_Kuk.

Alla scoperta della selva...

Da La Paz a Quito... Mi sono imbarcato in una traversata che mi avrebbe portato ad attraversare la regione delle Ande, partendo da La Paz, Bolivia, fino a giungere a Quito, Ecuador, attraversando l'esteso territorio del Perù.

Scenari aperti, immensi, partendo dalla spaziosità di Tiahuanaco, alla profondità del Titicaca, all'eternità di Cuzco e Machu Pichu. Poi le altre civiltà, Paracas, Nazca, le stupende cime della Cordillera Blanca, i vulcani dell'Ecuador, le ricche e vivaci regioni di foresta amazzonica...



Un viaggio dalle quattro stagioni, che qui descrivo separandolo per i tre stati attraversati, anche se va interpretato con lo spirito di continuità che li unisce. Traggo dal mio diario alcune pagine, si riferiscono al mio soggiorno presso il Rio Pastaza, nella foresta ecuadoriana. E' difficile rendere i colori del mio ricordo, ma spero che possa trasparirne almeno l'immagine...

Alla scoperta della selva... Gli aspetti più sorprendenti della selva primaria ecuadoriana sono senz'altro legati alla sua rigogliosità ed abbondanza. il clima, così generoso di acqua e di calore, costituisce un ambiente ottimale per la crescita della vegetazione e, di conseguenza, per tutta la fauna che da essa trae vitalità.



Le piante stesse nascondono segreti che l'uomo ha saputo conoscere e sfruttare per ogni aspetto della vita quotidiana. Innanzitutto i frutti: i banani riversano i loro rigogliosi frutti naturalmente un po' ovunque (caschi a terra, marciti, diventano cibo per mosche e moscerini), il limone-mandarino cresce spontaneamente in mezzo alla selva, le palmeras predsentano un cuore (la parte bianca interna e tenera) commestibile e saporito, le palme da cocco (il cui frutto ha la dimensione di un crosso cocomero marrone con bozzoli cosparsi di spine, e cresce vicino al suolo. L'interno è bianco e gelatinoso, ma saporito...) si perdono nella selva, dalle mille forme. Da altri alberi più alti pendono papaye.



Delle piccole piante dalle foglie vellutate nascondono all'interno il nido di formiche, la cui parte bianca, più grassa, è commestibile, con sapore a limone. Guardandosi attorno, ovunque si scorgono frutti pendenti da alberi, e anche fiori dai mille colri: bianchi, gialli, rossi. Questa foresta è proprio una esplosione di forme, e di colori.

L'acqua, che d'altronde abbonda nei numerosi rii ed è particolarmente limpida, è più facilmente reperibile incidendo i grossi bambù, che all'interno di ogni nodo contengono fino ad un litro di acqua pura.

Le piante sono poi usate per usi medicinali. Specie di ortiche sono usate per ravvivare la circolazione sanguigna, percuotendo la pelle. Stessa funzione ha la corteccia di un altro albero, usata per curare le varici. Incidendo la corteccia di un altro albero, si ottiene il sangue didrago, liquido rosso, gelatinoso, usato come repellente per gli insetti, protezione della pelle e per cicatrizzare le ferite.



Dalle numerose piante è possibile ottenere, per distillazione, liquori. La canna da zucchero è facilmente coltivabile e fornisce il prezioso elemento. Numerosi sono anche i tè e gli infusi di erbe usati come medicinali o per curare, mediante impacco, dolori articolari agli arti. continua "Alla scoperta della selva" (Pubblicato il 04 maggio 2005) - Letture Totali 128 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Ecuador: tutti gli articoli/racconti Ecuador: tutti gli articoli/racconti
Ecuador Ecuador. Passaporto
In corso di validità, con una validità di almeno sei mesi oltre la data pr...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Ecuador su Twitter
Ecuador Ecuador. Al momento dell'entrata nel paese vi sarà rilasciato un modello chiamato T3: è un permesso...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Ecuador su Twitter
Ecuador Ecuador. Per mangiare
Il pesce è particolarmente gustoso persino sugli altopiani. Piatti di pe...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Ecuador su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella