Home Destinazioni Destinazioni Asia Asia Malesia Malesia Malesia: Diario di viaggio in Malesia Diario di viaggio in Malesia

Diario di viaggio in Malesia

Racconti e Articoli di Viaggio

Diario di viaggio in Malesia nel suo consueto stile Lonely Planet, di Marco Ciccone - Inviato il 15 settembre 2004 da Marco Ciccone.

Diario di viaggio in Malesia

E’ impagabile l’emozione che si prova nel nuotare pochi metri sopra uno squalo, o nel vedere affiorare di fianco alla propria canoa, la testa di una tartaruga marina. Questi sono solo parte dei momenti e delle immagini che mi ha regalato la Malaysia nel mio secondo viaggio con Cristina.

Come mio solito, l’ho preparato per mesi, scovando libri di storia, politica, romanzi, favole e racconti di viaggio, tra i quali ho assunto il diario di Cerruti - “Tra i tagliatori di teste”, Ed. Ecig - come musa ispiratrice per realizzare tre settimane di full immersion nella cultura malese, tra città coloniali, foreste pluviali e spiagge immacolate.

Siamo atterrati a Kuala Lumpur di mattina stralunati dal fuso orario, decidendo per questo motivo di prendere un taxi fino all’albergo (che per due persone costa poco più del trenino veloce), l’Impiana, molto comodo oltre che pulito, scelto per la vicinanza alla strategica, brulicante e asfissiante stazione degli autobus di Puduraya.



L’impatto con KL non è stato dei migliori e questo non solo per via del fuso. E’ molto caotica, anche se non è nulla in confronto a Bangkok, e tranne che per poche attrattive, secondo noi non merita grandi attenzioni, visto che in Malesia peninsulare ci sono città con molta più storia e atmosfera. Come prima cosa abbiamo cercato di organizzarci per visitare il Taman Negara (da più parti indicata come la foresta pluviale più antica al mondo).

Dall’Italia diversi resort e tour operator locali non hanno mai risposto alle mie e-mail o fax, scoprendo, anzi confermando alcune lacune dal punto di vista organizzativo da parte dei malesi (NdR. Non è una lacuna solo malese: sono molti gli operatori turistici non avvezzi all’uso di Internet…). Dopo inutili peregrinazioni siamo arrivati al Matic, dove un disponibile impiegato ci ha trovato posto al Nusa Camp (una soluzione poi rivelatasi ottimale) purtroppo solo in camerata, perché a suo dire era tutto pieno.

Un po’ delusi dall’idea di dividere la stanza con altre persone, e il bagno con gli insetti del parco, abbiamo concluso la serata al Kaptain Club con Beatrice e Ivo, due amici di Monza che come noi hanno scelto questo paese per trascorrere le proprie ferie.

La mattina seguente, con gli effetti residui del jet-leg ci dirigiamo di buon ora – ma non abbastanza - al KLCC per salire sulle Petronas: ci toccheranno ben due ore di coda per prendere il tagliando di ingresso per le 12.30, e meno male che era un giorno infrasettimanale…

Approfittiamo del tempo a disposizione per girovagare per il centro commerciale e gli antistanti giardini, da dove si colgono bellissime vedute delle torri. Al terzo piano scoviamo Chocz, per quanto mi riguarda l’unico luogo al mondo fuori dall’Italia dove sanno fare un vero caffè espresso. Al quarto, dedicato ai ristoranti, attratti dai cibi che girano sul nastro trasportatore decidiamo di provare il sushi bar. Buono e molto a buon mercato rispetto agli standard nipponici.

Il resto della giornata lo trascorriamo per i luoghi classici della città: la sopravvalutata vecchia stazione e il Bird Park, che nonostante sia reclamizzato come la più grande voliera al mondo, è costoso e la maggior parte degli uccelli è rinchiusa in piccole gabbie. Concludiamo il pomeriggio visitando Masjid Jamek, una moschea che dà il meglio di sé vista da lontano, dato che a differenza di quelle dei paesi arabi non ha al suo interno arazzi o mosaici, e soprattutto è priva di quella spiritualità tipica dei luoghi di culto.

E’ possibile entrare a qualsiasi ora, eccetto ovviamente durante le preghiere, con l’unica accortezza, per le donne, di coprirsi braccia e capelli. continua "Diario di viaggio in Malesia" (Pubblicato il 15 settembre 2004) - Letture Totali 193 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Malesia: tutti gli articoli/racconti Malesia: tutti gli articoli/racconti
Elogio dei piedi Elogio dei piedi. Mi calo velocemente nei panni di Alberto Angela nel dirvi che, se aveste la pazienza di se...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Elogio dei piedi su Twitter
Se Salgari avesse incontrato Brooke Se Salgari avesse incontrato Brooke. Se Salgari avesse incontrato Brooke, articolo pubblicato su La Voce di Romagna di Simone M...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Se Salgari avesse incontrato Brooke su Twitter
Meglio le sanguisughe Meglio le sanguisughe. Viaggio nel Borneo malese, articolo di Simone Mariotti, pubblicato La Voce di Romagna...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Meglio le sanguisughe su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella