Russia

In Viaggio: dal passaporto al biglietto aereo

Partire per Russia: dal passaporto al biglietto aereo Russia

Passaporto
Valido almeno per qualche giorno oltre la data prevista del ritorno. Capita infatti spesso che il volo-viaggio di ritorno sia ritardato. Uno straniero privo di visto valido viene a trovarsi in una situazione di illegalità: non potrà lasciare la Russia senza un ulteriore visto di uscita e non sarà accettato in nessun hotel.

Visto
Da chiedere ai consolati russi in Italia tramite un'agenzia turistica. Per ottenerlo occorrono innanzi tutto tre foto formato tessera, la compilazione di un modulo e la fotocopia del passaporto. Facendo l'Italia parte dei paesi firmatari del trattato di Schengen, i cittadini italiani, in forza di un accordo di reciprocità con la Federazione russa, devono inoltre presentare una polizza di assicurazione medica, valida per tutto il periodo di soggiorno in Russia o, in alternativa, una garanzia scritta di pagamento di tutte le spese per l'assistenza medica relative al proprio soggiorno. Il consolato specifica che sono accettate le polizze di quelle società di assicurazioni che hanno concluso il contratto di riassicurazione con le compagnie assicurative russe accreditate. Per il visto turistico il consolato richiede inoltre una copia fax della lettera di conferma della prenotazione alberghiera in modulo unico, da parte di un ente turistico russo registrato presso il dipartimento consolare del Ministero degli Affari Esteri della Federazione russa, il voucher dell'agenzia turistica (italiana o russa) presso cui si è effettuata la prenotazione del viaggio, e i biglietti aerei o ferroviari. Un piccolo consiglio dal momento che vi spiegheranno che è indispensabile l'invito-visto. Anzitutto l'invito può essere spedito anche da un ostello compiacente, ad esempio quello della YHA (vedi anche sul web ) e lo si può richiedere benissimo da soli, senza coinvolgere nessun agente o agenzia di viaggio. Inoltre, i visti sono di due tipi: turistico e per affari. Quello per affari si rivela sempre il più conveniente perché ti permetterà poi di girare come ti pare anche senza avere una specifica destinazione, mentre con quello turistico sarai sempre obbligato a dichiarare dove passerai la notte seguente, con limiti conseguenti. Il trucco per ottenere il visto per affari senza eccessiva fatica è quello di scivere una lettera su carta intestata importante che ti definisce come un importante uomo d'affari in cerca di opportunità di guadagno, magari pagando due soldi a qualche conoscente. Il visto consente normalmente un tempo di soggiorno non superiore a un mese, e comunque vincolato alla data riportata sul voucher di prenotazione turistica. Una volta in possesso di tutta la documentazione, i consolati russi in Italia rilasciano il visto in un periodo che va da una settimana a un giorno, o addirittura circa 30 minuti dopo l'accettazione della richiesta del visto stesso, e le tariffe applicate variano di conseguenza. Si va da un minimo di lire 40 euro per un visto rilasciato in 7 giorni fino a lire 150 euro per un visto rilasciato in giornata. Consigli. Portati una fotocopia del visto: in frontiera lo gradiranno velocizzando così il loro lavoro di registrazione.

Molte le agenzie che possono occuparsi di tutto l'iter, in tempi standard (15 gg) o con urgenza. Per la sola documentazione d'invito il costo complessivo e’ di circa 20 euro mentre per la procedura completa (ottenimento del visto in consolato) si va a 80 euro + 20 euro spese di spedizione. Per ogni settimana aggiuntiva di copertura assicurativa - obbligatoria - vanno aggiunti 10 euro. Per urgenze, vanno aggiunte le tasse consolari. Inoltre, ricordiamo che la REGISTRAZIONE DEL VISTO NON E` INCLUSA NELLA PROCEDURA OTTENIMENTO VISTO. Secondo le vigenti normative russe, ogni cittadino straniero che accede in territorio russo è obbligato a registrare il proprio visto entro 3 giorni lavorativi (weekend e feste locali escluse) dal momento dell'arrivo. Anche questo si può fare, a pagamento, tramite agenzia, ma solo in caso di soggiorno a Mosca o San Pietroburgo.

Vaccinazioni
Nessuna obbligatoria. Rischio difterite, encefalite, epatite A e febbre tifoide

Elettricita
220 V, 50 Hz

Per guidare
E' sufficiente la patente italiana

Periodo migliore
Il clima è tipicamente continentale con inverni freddi, estati calde e stagioni intermedie brevi. Luglio e agosto sono i mesi più caldi e coincidono con il periodo delle ferie. Per evitare le folle si può effettuare il viaggio in maggio-giugno o in settembre-ottobre. Nonostante il freddo, l'inverno è un buon periodo (splandida San Pietroburgo!) mentre viaggiare in primavera è una pessima idea perché coincide con il periodo del disgelo.

Come arrivare
Numerosissimi i voli giornalieri per Mosca, meno numerosi per San Pietroburgo. I principali nodi ferroviari occidentali per entrare in Russia sono Helsinki, Varsavia, Praga e Budapest. C'è un treno giornaliero da Parigi e Amsterdam che arriva a Mosca passando da Berlino e Varsavia, e un altro che collega Berlino a Omsk. La Ferrovia Transiberiana collega Mosca a Vladivostok, da dove si può prendere un treno per Pechino. Ci sono anche alcuni collegamenti marittimi tra Russia e Finlandia, Norvegia, Svezia, Germania, Turchia e Georgia.

I soldi
La valuta è il rublo, ma conviene portare altre divise, dollari ed euro, non troppi però perché l'ambiente non è dei migliori. In ogni caso, si può cambiare o prelevare presso banche e uffici di cambio (serve sempre il passaporto vistato). Consigli. 1- Da evitare l'uso della carta di credito. 2- Contrattare sempre i prezzi (taxi, prezzi non esposti, ecc.). (Pubblicato il 22 maggio 2006)

Pagine correlate...


Russia: tutti gli articoli/racconti Russia: tutti gli articoli/racconti
Nuovo Sogno Estremo in MTB per il Trentino Maurizio Doro Nuovo Sogno Estremo in MTB per il Trentino Maurizio Doro. Partirà il 5 marzo 2014 la SIBERIA-LAGO BAIKAL, Winter Mountainbike Expedition 2014, 1800 ...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Nuovo Sogno Estremo in MTB per il Trentino Maurizio Doro su Twitter
Dalla Russia con amore Dalla Russia con amore. Racconto di un fuoristrada Invernale alla Penisola di Kola, nella Russia Artica, di Giovan...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Dalla Russia con amore su Twitter
San Pietroburgo: le notti bianche San Pietroburgo: le notti bianche. Non fate l’errore di visitare S.Pietroburgo d’inverno…, brevi impressioni di Caterina Mori...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi San Pietroburgo: le notti bianche su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Nota Bene:

Queste informazioni, spesso sintetiche, sono raccolte con metodo e spirito amatoriale e Viaggiatorionline non può assumersi nessuna responsabilità per ogni problema, danno o inconveniente che dovessero eventualmente derivare dall'uso delle stesse. Ti consigliamo di approfondire ogni informazione acquistando ora, on line, una guida completa e dettagliata Lonely Planet. La riceverai comodamente a casa tua.

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Acquista la tua Guida LP Russia SCONTATA!

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella