America

Letteratura e libri di viaggio

America, saggio su Usa. Stati Uniti di Baudrillard Jean - Prezzo € 14,46 144 p. Ed. SE

SCONTATO!!! Acquista on line "America"

America

Le Torri Gemelle? Più che distrutte sono state "suicidate", e con loro la potenza occidentale, il secolo americano, la modernità globale, un intero mondo che giunto al suo massimo grado di perfezione e di onnipotenza tecnica, finisce per produrre la propria apocalisse. Ecco l'essenziale di Power Inferno, l'ultima riflessione del filosofo francese Jean Baudrillard, pubblicato da Raffaello Cortina (a giorni in libreria). Nell'universo del Bene assoluto cova il sogno di un male radicale e distruttivo, un immaginario terrorista di cui siamo tutti complici. In un precedente libro del 1994, Baudrillard, allora teorico dello "sciopero degli eventi", si domandava: "Cosa può ancora succedere che ci strappi allo stanco rimuginare della nostra cuItura?". Dall' 11 settembre, invece, un evento esiste, l'inimmaginabile ha ripreso a precedere (e a folgorare) il pensiero, e il suo urto simbolico fa vacillare le certezze acquisite di un Impero che, credendo di poter cancellare il male, continua imperterrito a rimuovere il tragico. Gli scritti raccolti in "Power Inferno" registrano la resurrezione dell'avversità e soprattutto del nemico sull'orizzonte di una storia che supponeva con arroganza di poter conciliare ogni alterazione ed ogni inimicizia. E descrivono la colpa oscura degli americani.
L'alibi perfetto" costruito dopo l' 11 settembre consiste nell'usare la sventura e la compassione per se stessi, "God Bless America" come carta di credito per continuare a esercitare una forza che la condizione di vittima rende ancora più benefica. Risultato: il male è ignorato ancora più profondamente.
Come Edipo gli americani lo cercano ovunque tranne che in se stessi, nel cuore bianco di una modernità onnipotente, ma incapace di sopportare "lo spettro dell'avversità". "Tutto", dice Baudrillard, "viene dall'impossibilità di concepire l'Altro amico o nemico - nella sua alterazione radicale, nella sua inconciliabile estraneità". L'America di Baudrillard è un allegoria ultra-francese del potere globale.
Ma un solco più vistoso tra la sua buona coscienza e quella, decisamente cattiva, della Vecchia Europa non lo si potrebbe immaginare. (Pubblicato il 25 febbraio 2004) - Letture Totali 125 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Usa. Stati Uniti: tutti gli articoli/racconti Usa. Stati Uniti: tutti gli articoli/racconti
Miniguida alle riserve indiane Miniguida alle riserve indiane. Questa miniguida alle riserve indiane è stata scritta da Raffaella Milandri (raffaellamila...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Miniguida alle riserve indiane su Twitter
Viaggio in Alaska: in giro per la Kenai Peninsula Viaggio in Alaska: in giro per la Kenai Peninsula. Viaggio in Alaska: in giro per la Kenai Peninsula, reportage di viaggio di Gabriella Mazzo...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Viaggio in Alaska: in giro per la Kenai Peninsula su Twitter
Stelle e bisce Stelle e bisce. Breve racconto di un viaggio lungo Usa. Stati Uniti, Idaho, Washington, Oregon, in bicicle...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Stelle e bisce su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

SCONTATO!!! Acquista on line "America"

Viaggio in evidenza!
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella