Home Destinazioni Destinazioni Africa Africa Eritrea Eritrea Eritrea: Era una volta il... Ricordi d'Eritrea dal 1919 al 1989 Era una volta il... Ricordi d'Eritrea dal 1919 al 1989

Era una volta il... Ricordi d'Eritrea dal 1919 al 1989

Letteratura e libri di viaggio

Era una volta il... Ricordi d'Eritrea dal 1919 al 1989, monografia autobiografica di Baratti Marisa - Prezzo € 13,60 172 p. Ed.Montedit

SCONTATO!!! Acquista on line "Era una volta il... Ricordi d'Eritrea dal 1919 al 1989"

Era una volta il... Ricordi d'Eritrea dal 1919 al 1989

I ricordi di Marisa Baratti ci fanno da "cicerone" introducendoci ed accompagnandoci lungo la galleria alle pareti della quale sono appesi i quadri che segnano momenti di una vita trascorsa in un Paese che ha lasciato una traccia profonda ed indelebile nel cuore e nella mente dell'Autrice.

Sono quadri dipinti ad acquerello, scevri da colori violenti e da tinte accese: le dolci tonalità riflettono i delicati sentimenti di Marisa che racconta i giorni della sua vita in Eritrea con una sorta di pudica riservatezza perché non vuole "imporre" i suoi ricordi ma farli accettare, quasi condividerli con il lettore il quale, piano piano, si accorge di essere entrato in un mondo diverso, un mondo in cui l'amore per la famiglia, per la natura e per le quotidiane e semplici cose permea ogni quadro.

Lo stile colloquiale ed il lessico familiare sono voluti dall'autrice perché i suoi ricordi, che spesso combaciano con i nostri e ci riportano alla memoria amori, amicizie, gioie e dolori, giorni e notti della nostra vita, non hanno bisogno di enfasi e di retorica: le cose che contano non vogliono ricche aggettivazioni, parole ricercate, costruzioni complesse per risaltare in tutta la loro intima profondità.
Dovremmo essere grati a Marisa perché, regalandoci scorci della sua vita eritrea, ci ha permesso di rivivere anche momenti della nostra vita e ha riportato alla nostra memoria, impigrita dal tempo, gli anni più belli di una gioventù trascorsa in un'Africa che non esiste più.

I quadri dell'autrice sono così densi di sentimenti sinceri e di amore per la vita che affascinano e trascinano anche chi l'Eritrea non l'ha mai vista, anche chi non si è mai inebriato delle "povere" e coinvolgenti bellezze di questo Paese e il lettore finisce per sentirlo anche un po' suo (Pubblicato il 19 febbraio 2004) - Letture Totali 128 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Eritrea: tutti gli articoli/racconti Eritrea: tutti gli articoli/racconti
Ritorno in Dancalia Ritorno in Dancalia. Dopo le vicissitudini della temeraria spedizione in Dancalia del 1995, sulle tracce degli ...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Ritorno in Dancalia su Twitter
La strada degli Italiani La strada degli Italiani. Racconto di viaggio in Eritrea, di Adriano Socchi...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi La strada degli Italiani su Twitter
Isole Dahlak: Dissei e Madote Isole Dahlak: Dissei e Madote. Racconto di uno dei più bei luoghi del Mar Rosso, le isole Dahlak di Eritrea, di Adriano S...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Isole Dahlak: Dissei e Madote su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

SCONTATO!!! Acquista on line "Era una volta il... Ricordi d'Eritrea dal 1919 al 1989"

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella