Perù

In Viaggio: dal passaporto al biglietto aereo

Partire per Perù: dal passaporto al biglietto aereo Perù

Passaporto
In corso di validità

Visto
I cittadini italiani che si recano in Perú per turismo non hanno bisogno del visto per un soggiorno fino a 90 giorni. All'arrivo in Perú o sull'aereo si riceve una carta turistica (un foglio in duplice copia) che bisogna compilare: una copia viene tenuta dai funzionari dell'immigrazione e l'altra resta a voi. Non si paga nulla, ma non perdetela perché è necessaria per lasciare il paese (in ogni caso, l'eventuale smarrimento si risolve pagando...). Oltre al passaporto e alla carta turistica, ufficialmente bisogna avere il biglietto di ritorno o di proseguimento del viaggio.

Vaccinazioni
La vaccinazione contro la febbre gialla è indispensabile se si pensa di visitare le zone orientali delle Ande o il bacino amazzonico e obbligatoria se si proviene da aree infette. Per tutti i viaggiatori è consigliata la vaccinazione antitifica e quella per l'epatite A e B (quest'ultima per chi intende recarsi nella parte amazzonica dove c'è un 5-20% di portatori del virus HBV).
Per molti turisti uno dei problemi principali è il soroche, ossia il male d'altura: esso può essere prevenuto unicamente salendo gradualmente e con frequenti soste. Dato che per esigenze turistiche spesso non è possibile, si consiglia di non sottoporsi a sforzi fisici nei primi giorni, di non bere alcolici, di non fumare e di provare alcuni rimedi "naturali", come le banane e, soprattutto, le foglie di coca, masticate o servite come infuso (mate). Per i casi peggiori, si può provvedere con analettici.
Il rischio per la malattia di Chagas è presente nelle aree rurali e suburbane confinanti con l'Ecuador e nelle aree rurali e suburbane sotto i 3500 m nelle regioni di Tacna, Moquegua, Arequipa e l'area di Nazca.
Il tifo da pidocchi si riscontra frequentemente nelle zone montuose. In passato in Perù ci sono state estese epidemie di colera (che riappare puntualmente in gennaio-marzo soprattutto nelle zone periferiche delle città a causa delle condizioni igieniche assai precarie) e di dengue, mentre diffusa è la leishmaniosi.

Periodo migliore
La stagione turistica va da giugno ad agosto e coincide con la stagione secca, il periodo migliore per visitare il paese per chi intende fare escursioni. I viaggiatori si recano negli altipiani tutto l'anno, anche se durante i mesi più piovosi (da gennaio ad aprile) si rischia di fare trekking in mezzo al fango. Sulla costa, migliori i mesi da fine dicembre a fine marzo, mentre da fine di maggio a inizio di ottobre è spesso presente la garua, una nebbia umida che interessa tutto il litorale e i versanti andini fino a un'altitudine di 800 metri. Nelle foreste pluviali orientali piove sempre molto, in particolare da dicembre ad aprile, e i mesi migliori sono luglio e agosto. Per visitare i siti archeologici e le località dell'altopiano peruviano il periodo migliore è quello dell'inverno australe, da maggio alla metà di settembre. Agosto è uno dei mesi migliori per viaggiare sulle Ande, ma i prezzi lievitano.

I soldi
La valuta peruviana è il nuevo sol. Ottimo da cambiare il dollaro statunitense, però in banconote di piccolo taglio e in buone condizioni. Potete effettuare i cambi presso le banche, le casas de cambio, gli alberghi di categoria elevata oppure dai cambiavalute per strada. Di solito, è più semplice rivolgersi alle casas de cambio: offrono tassi più vantaggiosi, ma è noto che spesso truffano. Per evitare questi inconvenienti, basta controllare che abbiano un tesserino di riconoscimento e poi verificare attentamente le banconote per assicurarsi che non siano false. I travellers' cheque sono cambiati a un tasso leggermente inferiore rispetto ai contanti. La carta di credito è accettata, ma ai pagamenti si aggiunge una commissione dell'8%, e gli sportelli automatici sono pochi. Curuosità. I prezzi in Macchu Picchu/Aguas Calientes sono doppi che nel resto del Perù. Consigli. 1- Portarsi dollari americani e cambiarli poco alla volta. 2- Contrattate più che potete sui prezzi: venditori e fornitori di servizi se lo aspettano. Il copione è sempre quello: il prezzo reale è la metà se non un terzo di quanto richiuesto, prezzo che rimane testardamente alto per diversi interminabili minuti, fino alla minaccia di affidarsi ad altri. 3- esigete sempre biglietti di piccolo taglio o monete che difficilmente vengono falsificati.

Per guidare
Per chi viaggia in auto è raccomandata la patente internazionale.

Come arrivare
I voli internazionali sono garantiti da numerose compagnie aeree. Via terra, i punti di attraversamento del confine tra Perú e Bolivia si trovano a Desaguadero e nella vicina Yunguyo, sulle rive del lago Titicaca; tra Perú e Chile a Tacna; e tra Perú ed Ecuador a Tumbes. Per entrare in Bolivia da Puno, in Perù, sono possibili due strade: la più diretta attraverso la frontiera di Desaguadero; la più lunga attraverso Copacabana (il visto tra Perù e Bolivia viene semplicemente viene concesso alla frontiera tra Yunguyo e Copacabana). Da Yunguyo, sul lago Titicaca, dove il micros giunge al capolinea, alla frontiera con la bolivia sono due o tre chilometri dalla frontiera. Per raggiungerla non c'è probema: piedi, bici o in taxi, un'orda di peruviani è disponibile a trasportarvi al confine. Per l'orario della frontiera dove tenere conto di quello boliviano (un'ora più avanti) e non peruviano. Le 15:30 in Perù significa le 16:30 in Bolivia, e solo mezz'ora per passare la frontiera. Alla frontiera cambiate giousto i soldi per un taxi o un micros perché il cambio è molto sfavorevole. Dalla Colombia e dal Brasile, è possibile arrivare a Iquitos viaggiando lungo il fiume.

Tasse
Per i voli domestici c'è sempre una tassa d'imbarco di 5 US$, 25 per gli internazionali.

Elettricita
la maggioranza degli impianti funziona con una corrente alternata a 220V, 60 Hz (Pubblicato il 23 giugno 2004)

Pagine correlate...


Peru: tutti gli articoli/racconti Peru: tutti gli articoli/racconti
Ancora Iquitos Ancora Iquitos. Ancora Iquitos, nella Amazzonia peruviana, di Luigi Cardarelli (tarapoto12@libero.it)...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Ancora Iquitos su Twitter
In viaggio sul Rio Huallaga In viaggio sul Rio Huallaga. Cronache dalla Amazzonia peruviana, di Luigi Cardarelli (tarapoto12@libero.it)...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi In viaggio sul Rio Huallaga su Twitter
Cuzco Cuzco. Cuzco, ombelico del Perù, di Luigi Cardarelli (tarapoto12@libero.it)...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Cuzco su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Nota Bene:

Queste informazioni, spesso sintetiche, sono raccolte con metodo e spirito amatoriale e Viaggiatorionline non può assumersi nessuna responsabilità per ogni problema, danno o inconveniente che dovessero eventualmente derivare dall'uso delle stesse. Ti consigliamo di approfondire ogni informazione acquistando ora, on line, una guida completa e dettagliata Lonely Planet. La riceverai comodamente a casa tua.

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Acquista la tua Guida LP Perù SCONTATA!

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella