Viaggio in Ucraina


Inserito il: 09/11/2007 da Elisabetta de Carli
Email: m@ruska.it
Sito web: http://www.viaggiatorionline.com/profile.asp?id=Elisabetta+de+Carli
Letto 3303 volte

 Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire

Gli do venti dollari e mi sento un verme. Ci fosse stato Michal non gli avremmo dato niente. Non bisogna lasciarsi spaventare e questa piaga del dover pagare per ogni cosa, con le scuse più banali, deve finire. Ci fanno poi pagare un sacco di dollari (con ricevuta, ma era obbligatorio?) per l'assicurazione (ce l'avevamo già tutti) per l'ecologia, per le strutture della dogana... e nel frattempo il militare biondo riesce a prendere altri 20 dollari da Raimondo che, ultimo della fila, si è spaventato. Voleva portargli via la radio. Ci mettiamo (incredibile, ma non sapevamo che, invece, in confronto ad altre frontiere avevamo fatto molto in fretta) tre ore. Alle otto del mattino siamo in Ukrajna. Dobbiamo fare benzina, troviamo subito il benzinaio, c'è molta gente, il posto è bello, pulito.

Domanda: "... non c'è benzina?" Risposta: "Sí la benzina c'è, ma non c'è la corrente elettrica e quindi le pompe non funzionano."

Facciamo un sacco di chilometri su di una strada tutta a buchi ("ai tre all'ora"), troviamo altri benzinai. La benzina non c'è, la corrente no. Finalmente Francesco fa benzina, ma non la verde. Noi troviamo il gasolio dopo 20 chilometri, facciamo il pieno. Andiamo pianissimo, la strada non sempre tutta buche. Intorno pochissime macchine, tanti camion scassatissimi, biciclette, gente a piedi, contadini, trattori ante guerra. La prima multa sui Carpazi: Francesco la "scampa" e ci aspetta ridendo un chilometro avanti. Anche io la "scampo", perchè bisticcio in meta-russo e perchè sono una donna. Si avvicina Raimondo, aprendo il portafoglio e facendo vedere ai poliziotti fior di quattrini: risultato 30 grivni (la moneta locale, 15 mila lire) a macchina. Dopo 50 kilometri fermano il camper. I poliziotti si prendono un prosciutto e il parmigiano. Cesare e Giorgio sono ammutoliti, ma il viaggio continua. Arriviamo alle 19, stanchissimi, a Lvov.

Al risveglio troviamo Renato, professore di biologia. Parla perfettamente l'inglese, il francese, il tedesco, il russo, il giapponese, il polacco, eccetera. È un uomo stravagante, anzi quasi strano. Quando era venuto in ufficio l'avevo mandato via perchè l'avevo scambiato per un barbone. Non avevo capito che il suo modo di presentarsi era voluto. Lì a Lvov sembrava soltanto un russo, vestito un pó male. Gentilissimo, mi aiuta alla reception ad avere il numero dell'ambasciata russa. Dobbiamo ancora farci il visto. Con Alena andiamo all'ambasciata, ma è chiusa. Faccio finta di non capire e spiego, metà in russo e metà a gesti, che abbiamo bisogno del visto. Il ragazzo con cui parlo mi dice di rivolgermi ad un signore che ha l'aria di "quello che sa tutto".

"E' chiuso, domani..." dice. "Non capisco, ho bisogno del visto, siamo in otto, italiani..." rispondo facendo sempre finta di non capire.

Andiamo avanti cosí per un po' di tempo, poi si stanca di dirmi che è chiuso, prende tutti gli incartamenti e se ne va. Mi fa aspettare un'ora buona. Poi esce e mi chiede una cifra mostruosa per i visti, ma ci saranno l'indomani mattina. In albergo intanto fremono tutti, Francesco è contento: la sera prima ha incontrato una ragazza con la quale era in contatto da mesi, Giuseppe anche ha incontrato una ragazza che conosceva per lettera da una anno, molto più bella di persona che in foto. Per fortuna al meeting viene a trovarci Ludmila, una splendida ragazza di Lvov che si è sposata l'anno scorso con un nostro cliente di Torino e ora è tornata qualche giorno dalla sua famiglia: parla bene l'italiano e mi aiuta traducendo alle ragazze il mio discorso introduttivo: Michal non c'è, Alena capisce il russo, ma lo parla pochissimo, io parlo il russo, anche se non lo so, e la gente capisce pochissimo di quello che voglio dire.     continua "Viaggio in Ucraina"

Torna indietro

Per Votare/Commentare chiudi questa finestra e clicca Ti stato utile (ti piaciuto) questo contributo? Votalo

I Top LIKE...
Le destinazioni
Viaggi Oceania Viaggi Africa Viaggi Europa Viaggi Nord America Viaggi CentroAmerica Viaggi Caraibi Viaggi SudAmerica Viaggi Asia Viaggi Medio Oriente Clicca sul Continente Viaggi ZONA_ITALIA